Gautier Gras è un personaggio straordinario, durante la pre-intervista, mi racconta che ad un certo punto della sua vita, si è lanciato nel vuoto e si è ritrovato insieme ai fricchettoni in India a mangiare vegano, fare yoga e meditazione e che questo è stato più che altro un modo di fuggire dalla cruda realtà.
Come tutti infatti, era abituato al cibo morto, ma dopo un’esperienza molto particolare, in cui ha avuto l’occasione di assaporare per la prima volta del cibo vero, pulito e nutriente, ha iniziato la sua incredibile ricerca e sperimentazione attraverso il proprio corpo: ha provato a vivere di luce, ad essere vegetariano e molto altro.
Oggi è un ragazzo molto consapevole che diffonde le sue scoperte personali attraverso il suo lavoro: “Provo a non contrastare l’attuale sistema di produzione, ma anche a non lasciare spazio a scuse. Non si può più rinunciare a piccoli cambiamenti irrifiutabili nel sistema produttivo.”
Dice di prenderci la responsabilità dei fattori che possiamo controllare, e come dargli torto?

>> Leggi l’articolo completo